Presentazione

Il consolidarsi degli incontri biennali del Seminario italospagnolo coincide con la celebrazione di una doppia ricorrenza che questo gruppo di appassionati costituzionalisti non ha potuto ignorare: nel 2018, sia la Costituzione italiana che quella spagnola celebrano rispettivamente i 70 e i 40 anni dalla loro entrata in vigore. Entrambi i paesi condividono il fatto di aver costruito democrazie moderne dopo la devastazione prodotta dal fascismo in Europa; democrazie che ora affrontano nuove sfide. Ecco perché questa occasione ci invita non solo a celebrare un anno in più di vita democratica, ma anche ad approfittare della coincidenza di queste date per aprire una riflessione ad intra e ad extra nel campo del diritto costituzionale in entrambe le penisole dell’Europa meridionale e che tenda a proiettarsi sui nostri paesi vicini.

Per di più, già dal momento in cui nacque questo progetto accademico nel 2012 a Bologna, fu presente e riconoscibile nel suo DNA la volontà di partecipare alla creazione di uno ius commune costituzionale. Perciò si è voluto che questo IV congresso avesse un titolo generico come quello prescelto “Prospettive del costituzionalismo contemporaneo” perché è necessario analizzare la situazione in cui si trovano gli Stati costituzionali in Europa, fare il punto sull’evoluzione che si è verificata dalla fine della Seconda Guerra Mondiale e sulle risposte ai cambiamenti avvenuti in questi decenni, così come è necessario elaborare solide basi teoriche per affrontare le sfide future. Tutto questo in un contesto globale in cui gli elementi classici del costituzionalismo del dopoguerra sono ancora validi e persino più solidi in un contesto che, tuttavia, subisce costanti ed evidenti cambiamenti: la persona e la sua dignità rimangono il centro di tutto il sistema, le questioni territoriali continuano a porsi quando allo stesso momento l’integrazione sovranazionale sembra aver bisogno di un certo slancio -senza che le basi del diritto costituzionale europeo si siano deteriorate-; la forma di governo e le fonti del diritto presentano e generano interessanti dibattiti su tematiche d’attualità. In definitiva, il costituzionalismo continua ad espandersi, ma ha bisogno di nuovi metodi e approcci per affrontare le sfide attuali, particolarmente urgenti dopo dieci anni di una crisi che non ha avuto ripercussioni solo sull’economia, ma anche profondi effetti sui nostri sistemi politici. Pertanto, il Seminario Italospagnolo ha voluto celebrare la coincidenza delle due ricorrenze costituzionali affrontando tutte queste questioni attraverso un dibattito intergenerazionale che arricchisca la dottrina giuridica.

Come in precedenti occasioni, viene nuovamente proposto un invito alla ricerca, che ha come scopo quello di riunire giovani ricercatori per presentare le loro comunicazioni e discutere le loro proposte e conclusioni con prestigiosi studiosi della materia. E come è tradizione, tutto ciò sarà inserito all’interno di un più ampio programma scientifico che comprenderà tavole rotonde e dibattiti tra noti professori e giuristi europei che affronteranno questioni come le influenze costituzionali  in Europa, l’efficacia e l’attuazione della Costituzione grazie all’intervento delle istituzioni, la rinascita del Diritto costituzionale europeo o uno sguardo al futuro del costituzionalismo.

Continuando con consueta alternanza di sede  fra i due paesi organizzatori, ci incontreremo in Spagna il 28, 29 e 30 novembre 2018 per celebrare il IV Congresso internazionale “Prospettive del costituzionalismo contemporaneo: in occasione del 70 ° anniversario della Costituzione italiana e del 40 ° anniversario della Costituzione spagnola” , nella città di Murcia. Ringraziamo la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Murcia per la calorosa accoglienza, così come per il sostegno delle altre istituzioni che collaborano e favoriscono questo progetto. Questa attività fa parte del programma del Parlamento Spagnolo per la celebrazione del 40 ° anniversario della Costituzione spagnola.

Annunci